loader image

Masseria Storica Pilapalucci

PILAPALUCCI

RISTORANTE

Nel cuore del Romanico Pugliese

IL RISTORANTE

La grande varietà di ambienti conferisce al ristorante un fascino unico. Il salone con volta a botte, le antiche scuderie, la sala bianca che volge sul bosco di roverelle, la corte interna e le terrazze nelle amene giornate d’estate sono parte integrante di un’esperienza culinaria immersiva ed avvolgente. 

Le mandorle, l’olio extravergine d’oliva, la pasta fatta in casa, le erbe selvatiche della murgia, i tanti prodotti degli orti della masseria sono utili ad una preparazione basata sulla freschezza, stagionalità e tipicità.

La nostra passione è

il blanc manger

Inteso non soltanto come celeberrimo dolce alle mandorle ma come richiamo a tutta la filosofia del mangiar bene nelle corti medievali.

Il pesto alle mandorle, le verdure novelle, la frutta dei nostri alberi, le carni abbinate a spezie e alle gelatine elaborate dallo stesso chef caratterizzano i nostri piatti, un insieme gourmet da gustare lentamente, una tavola che evoca l'armonia ed i colori dei paesaggi. Il dessert è basato sulla degustazione di dolci della tradizione dell’aspra ma romantica terra di murgia: la rosata, la torta frangipane, i torroncini sono un trionfo per il palato con la mandorla, regina di una pasticceria rara e preziosa.

Francesco Paldera

Lo chef

Francesco Paldera, barese, ha maturato esperienze in Italia e all’estero.

Ambasciatore della cucina della Regione Puglia e della cucina italiana per l’ICE (Agenzia italiana per il commercio con l’estero) nel mondo.

Nel 2015 ha ottenuto la menzione speciale dalla giuria per la “Sostenibilità” nella gara internazionale di chef professionisti “The Vegetarian Chance”.

E’ anche formatore di Alta ristorazione per la Federazione italiana cuochi km 0 ed autore di varie pubblicazioni.

Lo chef coniuga la gratificazione dei cinque sensi con il rispetto dei cicli della natura: una cucina buona per il palato e per la salute.

close

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai news & offerte della Masseria

Informativa sulla privacy